venerdì , ottobre 18 2019
Home / Energia / Come scegliere il giusto fornitore gas e luce: tre suggerimenti utili

Come scegliere il giusto fornitore gas e luce: tre suggerimenti utili

Come scegliere il giusto fornitore gas e luce: tre suggerimenti utili

Saper scegliere il giusto fornitore per gas e luce è fondamentale, perché da questo dipenderanno i costi in bolletta e la qualità del servizio ricevuto.

Nell’era del mercato libero effettuare questa scelta è tutt’altro che semplice, poiché le società di fornitura spesso compiono delle vere e proprie guerre al ribasso, con anche l’offerta di tariffe all inclusive (gas e luce insieme) che permettono maggiori risparmi per l’utente.

Insomma, al di fuori del risparmio in bolletta il consumatore deve però capire quali sono i suoi reali bisogni. Non esiste il fornitore migliore in assoluto: tutto dipende sempre dalle esigenze del singolo.

Quindi, se desideri cambiare operatore per la tua fornitura gas e luce, ecco di seguito qualche consiglio pratico per scegliere la giusta compagnia.

Valuta i tuoi consumi reali

Il primo step per risparmiare in bolletta e scegliere il giusto fornitore per gas e luce è quello di individuare i propri reali consumi.

Per farlo, quindi, è necessario raccogliere tutte le bollette dell’ultimo anno ed inserire i dati ricavati all’interno del comparatore online ARERA. Quest’ultimo restituirà le offerte più convenienti.

Qualora non si disponesse di questo importante dato, poiché si è appena acquistata una casa nuova o da precedenti proprietari, è bene effettuare un’analisi accurata dell’utilizzo che si farà del gas e della corrente.

Una famiglia con figli piccoli, per esempio, utilizzerà molta più elettricità e gas rispetto ad una coppia senza figli. Un lavoratore freelance che lavora da casa consumerà di più rispetto ad un dipendente che trascorre la sua giornata lavorativa in ufficio.

Le variabili sono quindi molte. L’importante è valutare bene quali sono le esigenze del momento.

Scegli i giusti elettrodomestici

Gli elettrodomestici sono un altro elemento fondamentale per il risparmio in bolletta. La scelta di apparecchi in classe A o superiori, infatti, permette di contenere i consumi ed i costi.

Aspetto spesso trascurato, è bene valutare se i consumi eccessivi arrivano da elettrodomestici vecchi e, a conti fatti, oramai poco funzionali.

Valuta le dimensioni della tua abitazione

Altro fattore importante nella scelta del fornitore luce e gas è la dimensione della propria abitazione.

Una villetta di 200 metri quadri avrà certamente dei consumi differenti rispetto ad un monolocale di 40 metri quadri. Questo vale sia per il gas, diversa potenza richiesta per scaldare tutte le stanze in maniera uniforme, ma anche per la corrente, a seconda del numero di elettrodomestici installati tra le mura domestiche.

Pronto a risparmiare?

Saper valutare i fattori che ti abbiamo indicato, seppur possano sembrare scontati, è molto importante per iniziare ad avere un buon risparmio in bolletta. Buona caccia al giusto fornitore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *