venerdì , settembre 20 2019
Home / Smartphone / É iniziata l’epoca dello smartphone pieghevole: come si evolve il mercato?

É iniziata l’epoca dello smartphone pieghevole: come si evolve il mercato?

Dopo anni di rumor, indiscrezioni e voci di corridoio, il 2019 sembra essere l’anno della definitiva consacrazione dello smartphone pieghevole. Le principali marche infatti stanno lanciando – o sono in procinto di lanciare – i nuovi device pieghevoli che, con ogni probabilità, faranno da padrone per i prossimi anni. Alcuni modelli sono già stati svelati, mentre altri dovrebbero essere presentati nel corso dell’anno.

L’attenzione del pubblico è molto forte poiché questi dispositivi rappresentano sicuramente una novità. Nell’attesa di scoprire i principali modelli pieghevoli, puoi scegliere i migliori smartphone attualmente disponibili in commercio.

A questo punto diamo un’occhiata agli smartphone flessibili più attesi.

Smartphone Samsung pieghevoli: tutto sul Galaxy Fold

Tra gli smartphone Samsung più attesi del nuovo anno c’è sicuramente il Galaxy Fold, presentato nel corso del Samsung Unpacked 2019. Il dispositivo si apre e si chiude a portafoglio trasformandosi all’occorrenza in tablet o in smartphone. É dotato di un display AMOLED da 7.3″ che una volta chiuso si riduce a 4.6″. Il Samsung Galaxy Fold sarà disponibile in 4 colorazioni: nero, argento, verde e blu. Relativamente agli smartphone Samsung prezzi e disponibilità sono stati resi noti da poco. Il costo di questo gioiello di tecnologia si aggira sui 2.000 euro e sarà commercializzato negli USA dal 26 aprile 2019 ed in Italia dal 3 maggio 2019. Secondo gli sviluppatori lo smartphone sarà in grado di supportare fino a 100.000 pieghe. Desta particolare interesse il comparto fotografico dotato di ben 6 fotocamere, 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna.

Huawei Mate X: presentazione in grande stile

É ormai realtà anche il Huawei Mate X, lo smartphone pieghevole della casa cinese che si siede di diritto al tavolo dei grandi. Il dispositivo è stato presentato in pompa magna al Mobile World Congress di Barcellona 2019, durante il quale è stato addirittura custodito in una teca di vetro come se fosse un gioiello prezioso. Lo smartphone è dotato di un pannello unico che quando si apre verso l’esterno si trasforma in un tablet da 8″ e in un doppio schermo da 6,38″ e 6,6″ quando viene chiuso. Il device monta 3 telecamere Leica ed è supportato da 8 GB di RAM e 512 GB di memoria interna. Huawei Mate X dovrebbe supportare la connessione 5G anche se questa funzionalità è attualmente in fase di test. Il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 2.299 euro ed il lancio è previsto per il secondo trimestre del 2019.

Gli smartphone LG avvolti nel mistero

Altra casa che sta lavorando alacremente per la produzione di smartphone pieghevoli è LG, anche se le notizie al momento sono poche e frammentarie. Alcuni leaker piuttosto affidabili hanno però rilasciato delle indiscrezioni su tre possibili modelli pieghevoli LG che dovrebbero chiamarsi Flex, Foldi e Duplex. I nuovi dispositivi secondo i rumor dovrebbero avere due schermi separati ed una volta aperti potrebbero funzionare come veri e propri pc. C’è assoluto riserbo anche sulla data di uscita ma i ben informati ritengono che il 2019 potrebbe essere l’anno buono per la commercializzazione dei nuovi smartphone pieghevoli LG.

Royole FlexPai: l’outsider che nessuno si aspettava

Con grande sorpresa però il primo smartphone pieghevole ad essere stato lanciato è il Royole FlexPai, la cui vendita è iniziata addirittura il 1° novembre 2018. Grazie alla sua particolare modalità “apri e chiudi” questo modello è in grado di estendere il suo display AMOLED fino a 7,8″ con 1920 x 1440 di risoluzione. Il device è dotato di due fotocamere da 16 e 20 megapixel e supportato da 8 GB di RAM e 256 GB di memoria. Il prezzo di questo gioiellino si attesta sui 1.295 dollari.

Apple, il gigante dormiente

Al momento ancora nessuna notizia ufficiale da parte di Apple che dovrà dare presto una risposta, soprattutto alla luce del mezzo flop degli iPhone Xs e XR. Tuttavia di recente la Mela Morsicata ha depositato un brevetto che raffigura un display capace di chiudersi e di aprirsi su se stesso tramite cerniere in nanotubi di carbonio. Bisogna aspettarsi un iPhone XI pieghevole? Difficile ma non impossibile anche se per il momento Apple sembra maggiormente concentrata sullo sviluppo della connessione 5G.

Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che gli smartphone pieghevoli sostituiscano definitivamente gli attuali modelli, anche perché i prezzi di lancio sono al momento proibitivi. Secondo le proiezioni però, i costi subiranno un netto calo nel giro di 2-3 anni, diventando così raggiungibili anche per il mercato di massa.

Leggi anche

telefono

Operatori telefonici virtuali: chi sono?

Gli operatori telefonici virtuali sono dei gestori di telefonia mobile che a differenza delle comuni ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *