domenica , 20 Settembre 2020
Home / Smartphone / I capannoni industriali: solide strutture in ferro

I capannoni industriali: solide strutture in ferro

I capannoni prefabbricati in ferro rappresentano una soluzione sempre più gettonata nel settore dell’edilizia, in virtù della loro praticità e della loro convenienza. Tali strutture assolvono ad esigenze prevalentemente funzionali piuttosto che estetiche, quindi consentono di ottimizzare i tempi e ridurre le spese. Ciò non significa che il design venga ignorato, anzi, esistono soluzioni che possono essere personalizzate a seconda delle richieste e delle esigenze specifiche dei clienti. I capannoni in ferro prefabbricati, considerando anche il rapporto qualità/prezzo e le prestazioni da un punto di vista meccanico, sono le migliori soluzioni che il mercato edilizio possa offrire.

Dove possono essere utilizzati i capannoni industriali?

I capannoni industriali in ferro stanno trovando un’ampia diffusione nel settore edilizio, grazie alla loro versatilità ed alle diverse soluzioni di design architettonico. Il processo di lavorazione consente, infatti, di plasmare e modellare il ferro per adattarlo ai diversi scopi e, contemporaneamente, soddisfare i criteri costruttivi del settore edile. Le strutture in ferro per capannoni si adattano perfettamente allo spazio dove devono essere collocate e forniscono soluzioni di qualità, ad un costo contenuto. Grazie a queste vantaggiose caratteristiche, le strutture prefabbricate in ferro possono essere utilizzate per: negozi, uffici, autofficine, magazzini, plessi scolastici, fienili, unità di stoccaggio, strutture minerarie industriali ed impianti sportivi.

I costi ridotti dei capannoni industriali

Per ogni azienda, società o imprenditore è di fondamentale importanza ridurre i costi di produzione, senza ovviamente rinunciare alla qualità dei beni e dei servizi. I capannoni industriali prefabbricati, rispetto alle strutture tradizionali, consentono non solo di tagliare i costi, ma possono anche essere progettati e costruiti con largo anticipo. Un altro vantaggio dei capannoni prefabbricati rispetto a quelli tradizionali è la certezza dei costi, cioè ogni lavorazione ha un prezzo fisso e stabilito che non cambia nel corso del tempo. I capannoni eventualmente possono essere riconvertiti per altri utilizzi, riorganizzando gli spazi in tempo rapido e senza spese eccessive.

Da non sottovalutare la possibilità di riciclare il ferro e, quindi, recuperare il costo del materiale in fase di demolizione. I prefabbricati in ferro, all’occorrenza possono essere velocemente smantellati e riutilizzati per altri scopi. Laddove non dovessero servire più, queste strutture possono anche essere rivendute, recuperando così una parte dell’investimento. La riciclabilità del ferro non solo ha un impatto economico positivo sul budget aziendale, ma contemporaneamente riduce anche l’impatto ambientale e quindi salvaguarda l’ambiente circostante.

Riduzione dei tempi di costruzione

In alcuni casi la tempistica è un fattore fondamentale per la realizzazione di strutture: i capannoni industriali rappresentano una soluzione perfetta. I prefabbricati, infatti, sono composti da elementi già dimensionati, tagliati e pronti per essere assemblati senza ulteriori perdite di tempo. Mediamente per assemblare un capannone industriale in ferro è sufficiente un periodo compreso tra le 6 e le 8 settimane. Diversamente, i capannoni industriali tradizionali per essere costruiti hanno bisogno di almeno 20 settimane, un periodo di tempo più esteso che inevitabilmente comporta delle attese piuttosto lunghe e dei disagi per chi ha urgenza di usufruire subito della struttura.

Affidabilità e sicurezza dei capannoni prefabbricati

Un altro elemento fondamentale per un capannone industriale è la sicurezza ed in tal senso il ferro è uno dei materiali più solidi e resistenti in assoluto per gli occupanti. I componenti dei capannoni prefabbricati vengono testati e perfezionati in fase di produzione, operazione che invece non viene effettuata nei classici edifici tradizionali. Le strutture prefabbricate possono, inoltre, essere plasmate e studiate per adattarsi alle difficoltà tipiche di un territorio, come ad esempio quelle ad alto rischio sismico. Il ferro infatti garantisce un’ottima resistenza ai fenomeni sismici, grazie alla leggerezza e alla duttilità, e risponde bene alle sollecitazioni esterne. L’Italia è purtroppo un paese ad alta sismicità, quindi i capannoni in ferro sono un ottimo compromesso per prevenire i rischi collegati ai terremoti.

Analizzando attentamente il sito dove sorgerà il prefabbricato è possibile prevenire e definire eventuali criticità, così da rendere la realizzazione più fluida e meno complessa. Il ferro inoltre risponde positivamente ai criteri di resistenza agli agenti atmosferici, all’usura ed alla corrosione. Le strutture in carpenteria metallica, generalmente, vengono sottoposte ad un processo di zincatura a caldo che consente di mantenere inalterate le proprietà del ferro. Tale lavorazione permette di utilizzare queste strutture solide e resistenti per qualsiasi impiego in ambito industriale.

Capannoni industriali, strutture in continua evoluzione

Le attività di produzione e di commercio sono in costante evoluzione, quindi necessitano di strutture capaci di evolversi e di modificarsi a seconda delle necessità. I capannoni prefabbricati sono infatti progettati per potersi collegare con altre strutture ed ottimizzare tutti gli spazi a disposizione con la costruzione modulare. In pratica, i capannoni in ferro possono espandersi nel corso degli anni senza compromettere la produttività industriale, abbattendo i costi e riducendo i tempi di attesa. Per gli edifici tradizionali sono invece richiesti interventi molto più complessi, invasivi e costosi che spesso richiedendo l’abbattimento di alcune parti dell’edificio e lo studio di un nuovo design architettonico, con un conseguente innalzamento dei costi.

Leggi anche

É iniziata l’epoca dello smartphone pieghevole: come si evolve il mercato?

Dopo anni di rumor, indiscrezioni e voci di corridoio, il 2019 sembra essere l’anno della ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *